fbpx

Nel 1968 un gruppo di famiglie crede in un’idea rivoluzionaria per la realtà italiana di quegli anni e si impegna a diffonderla: un bambino in reale stato di abbandono in qualsiasi parte del mondo può diventare figlio, oltre i legami di sangue e le diversità etniche.

Da allora CIAI ha percorso molta strada, ampliando notevolmente il proprio campo d’azione, mantenendo sempre i diritti e il benessere di bambini e ragazzi al centro: l’azione di CIAI si sviluppa a partire da loro, con loro e per loro per garantirgli protezione, inclusione sociale e benessere psicoemotivo.

Nel 2021 CIAI stringe un’alleanza strategica con Amref, a cui affida le azioni di cooperazione in Africa, per concentrarsi su Adozione Internazionale e Progetti in Italia.

Le tappe fondamentali

2021
CIAI stringe un’alleanza strategica con Amref per le azioni di cooperazione all’estero
2021
2018
Compie 50 anni . Organizza a Milano la XIII EurAdopt International Conference
2018
2016
Viene elaborata la Teoria del Cambiamento (ToC)
2016
2013
Organizza a Bologna il I Meeting dei Figli Adottivi Adulti
2013
2008
Organizza a Venezia la Conferenza Internazionale di EurAdopt
2008
2006
Promuove ed organizza il primo tour italiano della Scuola d'Arte di Siem Reap (Cambogia)
2006
2005
Interviene con importanti progetti post emergenza nel sud dell'india, dopo lo spaventoso tsunami del 26 dicembre 2004
2005
2001
Apre la prima sede estera a Phnom Penh, in Cambogia
2001
2000
Partecipa al Pavarotti & Friends dedicato a Cambogia e Tibet
2000
2000
Riceve il riconoscimento come ong dal Ministero degli Affari Esteri
2000
1993
Fonda EurAdopt, coordinamento di associazioni europee che si occupano di adozione
1993
1990
Organizza a Milano la II Conferenza Mondiale su Adozione e Affido familiare
1990
1986
Organizza a Milano il Convegno sul Sostegno a distanza "Un ponte fra due culture".
1986
1975
Avvia il primo progetto di cooperazione a Ullal, India
1975
1971
Organizza a Milano la I conferenza mondiale su adozione e affido familiare
1971
1968
Nasce CIAI
1968