fbpx
News

EMERGENZA AFGHANISTAN. #CIAICE

News pubblicata
Categoria: News, Progetti

“YOU HAVE JUST CHANGED MY FAMILY’S LIFE. A NEW STORY IS JUST STARTING”. “Avete appena cambiato la mia vita e quella della mia famiglia. Una nuova storia sta per iniziare”.

Questo il messaggio che H. ci ha inviato ieri, appena arrivata a Roma da Kabul insieme a suo marito e 2 figli grazie ad uno dei voli organizzati dal nostro Ministero degli Esteri. Psicologa e traduttrice, ha per molto tempo collaborato con CIAI ed è riuscita a lasciare l’Afghanistan a seguito del lungo lavoro che, in queste settimane, abbiamo portato avanti per i colleghi e colleghe afghani che in questi anni hanno lavorato con noi promuovendo i diritti dei bambini e in particolare quelli delle bambine.

La prudenza ci ha suggerito di mantenere fino ad oggi grande riservatezza sul lavoro in corso, per scongiurare il rischio di esporre gli amici e amiche afghani ad un rischio di identificazione maggiore rispetto a quello che già stanno correndo, ma vi assicuriamo che sono giorni di grande lavoro e di grande angoscia anche per noi di CIAI.

Attendiamo ad ore la conferma che altri come H., per i quali abbiamo chiesto protezione insieme alle loro famiglie, possano arrivare in Italia. E’ una lotta contro il tempo, è una situazione di emergenza in cui tanti sono i dettagli che gli stessi Ministeri competenti (Esteri, Difesa e Interni) stanno definendo. Sappiamo già che dopo un periodo di quarantena, saremo noi, le organizzazioni che hanno promosso l’arrivo in Italia dei colleghi e colleghe, ad assumere la responsabilità delle loro necessità. Non abbiamo ancora ricevuto indicazioni precise, ma dobbiamo essere pronti a far fronte ad ogni tipo di esigenza, dalle più immediate (alloggio, cibo, vestiti) a quelle più a lungo termine (prese in carico psicologiche, collocazione lavorativa…).

Per questo motivo abbiamo attivato un FONDO CIAI EMERGENZA AFGHANISTAN a cui vi invitiamo a contribuire.

Non abbiamo ancora tutte le informazioni precise in merito all’uso del Fondo. Sapete però che amiamo la trasparenza e vi assicuriamo che non appena arriveranno le informazioni le condivideremo con voi, così come vi aggiorneremo sull’andamento della raccolta.

Ben oltre le idee di giusto e di sbagliato c’è un campo. Ti aspetterò laggiù” ha detto lo scrittore afghano Khaled Hosseini. Noi qui aspettiamo e ci prepariamo ad accogliere nel modo migliore quante più persone, insieme alle altre organizzazioni, riusciremo a mettere in protezione.

Per farlo abbiamo bisogno di tutto il vostro aiuto.

Sostenete con una donazione libera il FONDO CIAI EMERGENZA AFGHANISTAN

DONATE ORA

Progetto correlato:
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp