fbpx
News

La dispersione scolastica non si combatte a distanza

News pubblicata
Categoria: #tu6scuola

“Lo abbiamo sempre sostenuto e ora arrivano evidenze scientifiche che lo confermano: alla riapertura delle scuole non è corrisposta una crescita della curva pandemica. E in Italia, dove le classi sono rimaste chiuse più a lungo che in altri Paesi europei, non c’è correlazione significativa tra diffusione dei contagi e lezioni in presenza. Questo significa che i nostri bambini e ragazzi, dalle elementari al liceo, stanno scontando sulla propria pelle effetti importanti delle chiusure – dalla scuola alle attività sportive e alle occasioni di socialità – : ci auguriamo che, alla luce di questa ricerca, siano prodotti seri cambiamenti a tutela del benessere di bambine, bambini, adolescenti”.

Paola Cristoferi, coordinatrice del progetto #tu6scuola di CIAI, commenta i dati della ricerca svolta da un gruppo di  epidemiologi, medici, biologi e statistici, pubblicata oggi sui media nazionali: lo studio analizza i dati a disposizione del Miur e li incrocia con quelli delle Ats e della Protezione civile fino a coprire un campione iniziale pari al 97% delle scuole italiane, ovvero più di 7,3 milioni di studenti e 770 mila insegnanti. Un campione quindi significativo e rappresentativo della popolazione scolastica che comprende anche i beneficiari del progetto #tu6scuola, adolescenti di sei scuole secondarie di primo grado a Milano, Rovellasca, Ancora, Città di Castello, Bari e Palermo.

“Una cosa è certa: non possiamo combattere la dispersione scolastica a distanza. Noi di #tu6scuola abbiamo cercato,  con tutti gli sforzi, di adeguare il progetto nel corso di un anno in cui le scuole, a seconda delle regioni in cui si trovano, hanno dovuto adeguarsi alle diverse disposizioni; tuttavia siamo consapevoli che i supporti tecnologici (pc, tablet..) forniti da #tu6scuola grazie anche ai nostri donatori, non sono sufficienti per arginare la dispersione scolastica e attuare appieno il modello di scuola inclusiva. Per questo abbiamo anche attivato ore di sostegno e supporto tecnologico così da facilitare la didattica a distanza o mista”.

Il progetto #tu6scuola, nel corso di questo anno difficile di pandemia, è proseguito ovunque per garantire qualità e sostegno alla didattica con attività di sostegno allo studio per gli alunni fragili nonché orientamento per famiglie, studenti e docenti. Per questi ultimi è stata creata la piattaforma di e-learning tu6prof, grazie al supporto di STMIcroelectronics Foundation.

Progetto correlato:
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp