fbpx

Progetto

Ragazzi Harraga 2

Processi di inclusione per minori migranti non accompagnati

Area d'azione: Migrazione
Progetto in corso
Italia
Sicilia
Effettua una libera donazione per sostenere questo progetto.

img

Come rilevato dal Report Mensile Minori Stranieri Non Accompagnati (MSNA) i minori migranti soli, presenti e censiti in Italia sono 6.612 di cui 926, il 30 % circa in Sicilia.

 

Ultime notizie su "Ragazzi Harraga 2"

12/04/2022
Categoria:

ALESSANDRA SCIURBA – ACCOGLIENZA: SI PUO’ FARE

15/03/2022
Categoria:

RAGAZZI HARRAGA 2 : Prende il via a Palermo il corso di formazione per orientatori e facilitatori

07/03/2022
Categoria:

Harraga 2: Ecco i candidati ammessi alla formazione in Facilitatore linguistico-culturale e Orientatore peer to peer

28/02/2022
Categoria:

Harraga2: i nomi dei candidati ammessi al colloquio per la formazione in Facilitatore linguistico-culturale e Orientatore peer to peer

25/02/2022
Categoria:

Harraga 2: aggiornamenti sul laboratorio di Empowerment Associativo

La maggior parte sono ragazzi compresi nella fascia di età 16-17 che rappresenta quella di maggior vulnerabilità per la maggiore esposizione al rischio di esclusione per questo risulta cruciale che raggiungano l’autonomia in tempi brevi.

Nonostante gli arrivi si siano ridimensionati, solo nel 2018 erano circa il doppio, la complessità del fenomeno rimane, come rimangono le difficoltà riscontrate dai minori migranti soli che intraprendono percorsi di autonomia in Sicilia.

Ragazzi Harraga2, continua il percorso di Ragazzi Harraga (2017-2019) volto a consolidare ed evolvere le buone pratiche nell’accoglienza dei minori migranti secondo quello che è ormai diventato il “Modello Harraga” un sistema di percorsi innovativi di autonomia che abbraccia inclusione sociale, formazione, orientamento e inserimento lavorativo per i minori migranti soli nel delicato passaggio alla maggiore età.

Il modello Harraga ha il suo pilastro nel capovolgimento della visione stessa sull’accoglienza considerata un’opportunità e non un problema. Per questo promuove una modalità di inclusione sociale effettiva basata su un approccio partecipativo che considera e valorizza il potenziale e le aspettative dei ragazzi e delle ragazze, sostiene lo sviluppo di competenze sia sociali che lavorative, la necessità di un supporto legale e crea le condizioni per la crescita in un ambiente familiare ed emozionalmente favorevole per un corretto sviluppo psicofisico promuovendo la cultura dell’affido.

I partner di progetto

CESIE – SEND – CLEDU – COMUNE DI PALERMO, ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOLIDALI

 

Progetto finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri con il fondo dell’otto per mille dell’IRPEF devoluto dai cittadini italiani alla diretta gestione statale.