fbpx

Progetto

Presidio Educativo di Milano Palmieri

Presidio Educativo di Milano - Palmieri

Area d'azione: Povertà Educativa
Progetto in corso
Italia
Lombardia
È l’impegno continuativo di sostenere un gruppo di bambini e bambine a rischio di abbandono scolastico, tra i 6 e i 13 anni, all’interno di un Presidio Educativo Territoriale CIAI.
Effettua una libera donazione per sostenere questo progetto.

img

Centro educativo e artistico pomeridiano presso l’Istituto Comprensivo Statale di via Palmieri (quartiere Stadera)

Siamo nella Città Metropolitana di Milano, dove il tasso di dispersione scolastica è di oltre un punto sopra la media nazionale (25,8%).

Nel quartiere Stadera (periferia sud), dove si registrano diverse situazioni di degrado ed esclusione sociale, i minori sono soggetti a rischi di vario genere: dispersione scolastica, fenomeno delle bande, bullismo, maltrattamento, abbandono familiare, trascuratezza.

Il Presidio vuole prevenire le derive della povertà educativa attraverso un intervento mirato a sostenere i più vulnerabili, accompagnandoli nel percorso scolastico e nella crescita psico-emotiva.

Destinatari del progetto sono bambini e bambine ritenuti vulnerabili perché appartengono a famiglie con disagi economici e sociali o hanno origine straniera o presentano difficoltà cognitivo-comportamentali oppure problemi emotivi e relazionali.

Bambine e bambini penalizzati dalla pandemia e dalla didattica a distanza, che hanno bisogno di recuperare sul piano scolastico, relazionale ed emotivo.

Le attività proposte comprendono da un lato il Supporto scolastico, con aiuto nei compiti e nello studio in piccoli gruppi, dall’altro molti e vari Laboratori artistico-espressivi.

Il percorso si fonda sulla collaborazione attiva e costante di tutti i soggetti coinvolti, attraverso il frequente contatto delle educatrici sia con gli insegnanti, sia con le famiglie. Per queste ultime sono inoltre proposti incontri di orientamento e supporto alla genitorialità, per meglio rispondere alle necessità dei bambini e delle bambine.

I 5 pilasti di  intervento parentesi_dx

L’uso dei linguaggi artistici, potente leva di cambiamento e stimolo alla crescita personale, è adottata per portare i bambini allo sviluppo di competenze personali, al potenziamento emotivo, espressivo e relazionale.
Il Presidio è un ambiente accogliente e libero, dove sperimentare condizioni di uguaglianza e pari opportunità e dove avere la possibilità di un confronto continuo e partecipativo, che stimola la capacità critica.

Bambine e i bambini, protagonisti del proprio cambiamento. Il gruppo partecipa alla gestione degli spazi, alla definizione delle regole, all’organizzazione delle attività: bambine e bambini, ragazze e ragazzi, responsabilizzati, si riscoprono membri attivi di una comunità.

Attività di studio e potenziamento improntate al lavoro di gruppo, con l’aiuto di strumenti compensativi per i DSA, mappe concettuali e schemi per allenare allo studio autonomo. Ognuno si sente utile e sperimenta la soddisfazione di imparare.
Coltivare un lavoro permanente di rete e scambio con la scuola, le famiglie, le istituzioni e il privato sociale del territorio è indispensabile per individuare i bisogni ed elaborare proposte efficaci.

DESTINATARI

27 bambine e bambini dai 10 ai 12 anni, segnalati dalla scuola come particolarmente vulnerabili. Hanno bisogno di supporto nello studio e nelle relazioni con i pari e gli adulti, di motivazione, stimoli e gratificazioni.

QUANDO

2 pomeriggi a settimana: l’inizio è alle 14.15 per ragazzi e ragazze della scuola secondaria, alle 16.30 per quelli della primaria, l’uscita per tutti alle 18.30.

CON CHI

3 educatrici professioniste con esperienza sia in contesti strutturati, sia in ambiti non formali, supportate da artisti e professionisti per laboratori artistici e teatrali.

 

Il Presidio Educativo di Milano Palmieri è stato avviato con il contributo del progetto “Piccoli che Valgono!”